domenica 2 marzo 2014

Fai da te: Gli oleoliti fatti in casa




Gli oleoliti sono dei macerati oleosi ottenuti principalmente da fiori e piante, ma anche da spezie e ortaggi. Gli oleoliti si conservano al buio in contenitori di vetro scuro per circa un anno. Per garantire una conservazione migliore, potrete aggiungere ai vostri oleoliti qualche goccia di vitamina E.

Per la preparazione casalinga degli oleoliti potrete utilizzare olio extravergine oppure altri oli vegetali, come l'olio di riso o di jojoba. Gli oleoliti sono adatti per massaggiare la pelle. Possono semplicemente profumarla, ma anche svolgere un effetto nutriente, rilassante o tonificante, a seconda degli ingredienti prescelti.



Ecco tante ricette di oleoliti da preparare in casa.


Oleolito di calendula

Lasciate essiccare al sole una manciata di fiori freschi di calendula. Versate i fiori in un vasetto di vetro e riempitelo con olio extravergine di oliva. La proporzione tra fiori e olio dovrebbe esserecirca 1:10. Esponete il vasetto al sole per 3-4 settimane. Terminata la fase di riposo e macerazione, filtrate il tutto con una garza e conservate l'oleolito di calendula in una bottiglietta di vetro scuro. L'oleolito di calendula ha proprietà lenitive, antisettiche, antinfiammatorie e cicatrizzanti.

Oleolito di lavanda

Per preparare l' oleolito di lavanda vi serviranno 150 grammi di fiori di lavanda freschi e 500 ml di olio extravergine d'oliva. Il blog Magica Natura suggerisce di utilizzare olio di girasole biologico e spremuto a freddo in alternativa. Versate il tutto in un barattolo di vetro capiente a chiusura ermetica. Esponete il barattolo al sole per un mese, ricordando di agitarlo ogni giorno. Quindi filtrate l'oleolito di lavanda e conservatelo al buio in bottigliette scure e ben chiuse. E' utile per lenire la pelle in caso di punture di zanzara e per massaggi rilassanti.

Oleolito allo zenzero

Per preparare l'oleolito di zenzero, rimuovete la parte esterna da una radice e tagliatela a fettine. Versate lo zenzero in un barattolo di vetro e colmatelo d'olio extravergine. Lasciate riposare al buio per una settimana e agitate di tanto in tanto. Potrete utilizzare questo olio sia come condimento che per un massaggio riscaldante. Potrete inoltre preparare un olio da massaggio allo zenzero da utilizzare in caso di forfora, caduta dei capelli, mal d'orecchio e mal di testa.

Oleolito alla camomilla

Per preparare l'oleolito di camomilla vi serviranno 500 millilitri di olio extravergine d'oliva e 100 grammi di capolini di camomilla secchi. Versate i capolini di camomilla in un barattolo di vetro abbastanza capiente e riempitelo con l'olio. Lasciate riposare per 20 giorni a temperatura ambiente e agitate il barattolo una volta al giorno. A questo punto potrete filtrare l'oleolito con un colino e trasferirlo in una bottiglia di vetro scuro. L'oleolito di camomilla è adatto per nutrire la pelle, anche la più delicata.

Oleolito alla curcuma

Potrete preparare il vostro oleolito alla curcuma per uso alimentare e cosmetico in modo davvero semplice. Vi serviranno 500 ml di olio extravergine o di olio di sesamo e 3 cucchiaini di curcuma in polvere. Versate i due ingredienti in un barattolo e lasciate macerare per una settimana, quindi filtrate e travasate il tutto in una bottiglia scura. L'oleolito di calendula è un ottimo antirughe. Lo potrete utilizzare anche come impacco antiforfora e per rendere i capelli più forti.

Fai da te: Pantofole


lunedì 24 febbraio 2014

Giorno Pagano della Memoria

Il 24 Febbraio ricorre il Giorno Pagano della Memoria. In questo stesso giorno, infatti, nel 391 d.C. con l'editto di Teodosio furono condannate tutte le pratiche religiose pagane e, per la prima volta, a Roma fu spento il sacro fuoco della Dea Vesta, che avrebbe dovuto bruciare eternamente senza mai spegnersi. Questo tragico evento segna un giorno di enorme dolore per tutti i pagani.

Il Fuoco è simbolo sacro in qualunque tradizione pagana e neopagane, poiché tra le sue tante simbologie la più importante è sicuramente quella che lo vede legato alla spiritualità. Per questo motivo, l'estinzione del fuoco di Vesta in questo giorno di molti secoli fa rappresenta principalmente il tentativo di estinguere la fiamma spirituale nello spirito di ogni pagano.

Approfittiamo di questa giornata per ricordare tutti i nostri fratelli e le nostre sorelle Streghe vittime della persecuzione perpetrata contro i pagani, consapevoli del fatto che la loro memoria sarà viva dentro di noi ogni giorno e non solo nel giorno a loro dedicato.


domenica 23 febbraio 2014

Fai da te : maschera bambina semplice semplice

Con un elastico e un pò di tulle, mascherina fatta!

Sono diventata Capogruppo :)















E' proprio vero impegnandoci si ottiene tutto!!!!

Sono diventata capogruppo della ditta cosmetica per cui lavoro: la Yves Rocher, e mi sento davvero soddisfatta, ci ho messo tanta energia e positività e sono stata ricompensata!

Se qualcuna di voi che mi segue vorrebbe intraprendere questa attività o soltanto diventare Cliente Privilegiata (cioè ottenere il 15% di sconto ed i prodotti e cataloghi a casa), mi faccia sapere che posso farla entrare nel mio gruppo.

Annuncio di richiesta di lavoro:

Se sei una mamma, una studentessa o una disoccupata o se vuoi anche solo affiancare al tuo attuale lavoro un'attività stimolante e divertente sei nel posto giusto.

Cerco collaboratrici indipendenti  per attività di vendita diretta.

Yves Rocher è un'azienda che si occupa di cosmetica vegetale da oltre 60 anni. I prodotti che trattiamo sono vegetali al 98% e non sono testati sugli animali. I prodotti della linea biologica sono certificati Ecocert e gli ingredienti provengono da coltivazioni biologiche sparse per il suolo francese.

Per chi fosse REALMENTE interessata o per chi volesse ulteriori informazioni mi contatti via mail e verrà ricontattata al più presto.

Guadagni garantiti fin dal primo ordine! Inquadramento a norma di legge diretto con l'azienda Yves Rocher.



venerdì 14 febbraio 2014

San Valentino: altro che amore!




Questo "Santo" fu fra i primi sostenitori della distruzione del Paganesimo romano facendo da "convertitore" dei pagani. La festa di S.Valentino è tale perchè fece sposare un pagano ad una cristiana, convertendo il pagano, ecco perchè si dice "degli innamorati" perchè l'amore dei due fu così forte ma difficile da "coronare" poichè erano di due riti avversi, ma nonostante ciò grazie alla sua "trovata" riuscirono a sposarsi con rito cristiano... Ora non è che vorrei esser pesante su sta cosa della conversione ma c'è da dire che migliaia e migliaia di persone nei secoli sono state uccise per dispute stupide come quella della religione, un po' come i nazisti con gli ebrei, però la memoria è importante ed'è brutto quando viene usata solo per alcuni e cancellata per altri. Il Paganesimo oggi giorno soffre ancora di difficoltà proprio grazie alla cattiveria di alcune religioni e dell'ignoranza di alcuni ceti sociali!

Voglio farlo sapere perchè non viene mai ricordato anche per questo!!!