lunedì 15 aprile 2013

Come essiccare la frutta in casa senza comprare un essiccatore


Come essiccare la frutta in casa senza comprare un essiccatore

L'essiccazione è uno dei più antichi metodi per la conservazione della frutta e della verdura. Si tratta inoltre di uno dei metodi più economici ed ecologici, oltre che naturali, in quanto tale tecnica agisce sulla frutta senza provocare le alterazioni legate ai processi di conservazione industriale e, visti i prezzi spesso esorbitanti della frutta essiccata, garantisce un gran risparmio.

Scegliendo come metodo l'essiccazione solare, non si consumerà energia ed i costi per essiccare risulteranno praticamente nulli. Con il forno o un essiccatore avremo dei costi per il consumo di energia, ma il loro impiego potrebbe essere fondamentale al di fuori della stagione estiva e soprattutto per chi si ritrova a dover gestire un surplus di frutta o di verdura essiccabile proveniente dal proprio frutteto o dall'orto. Ognuno sceglierà il metodo migliore per l'essiccazione in base alle proprie esigenze. La frutta essiccata può essere conservata a lungo all'interno di barattoli di vetro ben chiusi.

I vantaggi dell'essiccazione

L'essiccazione della frutta e degli ortaggi non prevede l'aggiunta di altri alimenti, come sale, aceto, olio o zucchero. Con l'essiccazione l'acqua presente nei prodotti vegetali viene eliminata ed in questo modo essi potranno essere conservati a lungo, occupando oltretutto uno spazio ridotto. Con l'essiccazione non si sprecherà nulla ed, inoltre, non si dovranno temere eventuali problemi legati al botulismo che potrebbero renderci timorosi di fronte ad altri metodi di conservazione. La frutta – ma anche gli ortaggi, le erbe aromatiche, i funghi e i legumi – conserva le proprie caratteristiche benefiche e nutritive dopo l'essiccazione.

Frutta e ortaggi da essiccare

Quali tipologie di frutta si adattano all'essiccazione? Possiamo scegliere di essiccare mele, albicocche, prugne, fichi, fragole, ciliegie, ananas, pere, more, lamponi, ananas, banane, lamponi, arance, more, fragoline e frutti di bosco. Possono essere essiccati tutti i tipi di funghi, ma anche fagioli e piselli. Tra gli ortaggi che e possibile essiccare vi sono i pomodori (ortaggi che possono essere considerati in realtà come dei veri e propri frutti), i peperoncini, le zucchine, le carote, i cetrioli, i porri ed i peperoni. Tra le erbe aromatiche da essiccare troviamo la salvia, il rosmarino, il prezzemolo, il basilico, il timo, l'origano, l'alloro e l'erba cipollina.

Metodi di essiccazione di frutta e verdura

La frutta può essere essiccata al sole, nel forno o con un essiccatore, che può essere acquistato oppure autocostruito in versione fai-da-te. Prima di procedere all'essiccazione della frutta, con qualsiasi metodo, essa dovrà essere lavata ed asciugata in modo accurato, per poi essere affettata sottilmente e quindi predisposta su griglie o appositi supporti per l'essiccazione, a seconda del metodo prescelto. La frutta da essiccare non dovrà risultare né troppo acerba, né troppo matura. Per accelerare l'essiccazione, e per evitare che la frutta si indurisca, è possibile immergere brevemente la frutta da essiccare in acqua e limone prima di riporla ad essiccare.
Con il sole
La frutta può essere lasciata essiccare al sole durante la bella stagione grazie alle temperature elevate. E' necessario riporre la frutta i luoghi ventilati ed al riparo dall'umidità. L'essiccazione avverrò più rapidamente nel momento in cui le temperature toccheranno i 30 gradi e l'umidità risulterà inferiore al 50%. E' necessario porre al riparo dall'umidità e dalle intemperie la frutta durante la notte, periodo in cui dovrà essere trasferita dall'esterno all'interno. Griglie e pannelli metallici in acciaio inossidabile risultano le opzioni migliori per riporre la frutta ad essiccare al sole, poiché il contatto con essi non ne compromette il contenuto vitaminico. Se si teme la presenza di insetti, la frutta esposta al sole potrà essere riparata con delle retine sottili, simili alle zanzariere.

fonte greenme



14 commenti:

  1. Grazie per questo interessante post. Io preferisco di gran lunga consumare la frutta fresca, ma l'essiccazione è sicuramente un ottimo metodo per conservarla in caso di necessità.
    Daniela

    RispondiElimina
  2. Che belli tutti quei Bormioli colorati e allegri,pieni di ...vita-mine! :-)
    Abbracci

    RispondiElimina
  3. Buonissima da sgranocchiare come spuntino, comoda da portarsi dietro, oppure a colazione con dello yogurt naturale... a proposito , i fermenti?

    RispondiElimina
  4. post interessantissimo, grazie per le info, da tenere in considerazione.
    nuova follower, provengo da kreattiva, se ti va passa da me:
    http://ilpostoideale.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. Toc Toc è permesso????...
    missiva importante per la Strega preferita
    La Signoria vostra è invitata presso ma mia dimora, un Premio l'attende.
    Vieni a trovarmi ti aspetto^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie sono felicissima, appena ho tempo passo nella tua dimora ;)

      Elimina
  6. Ciao e piacere di conoscerti sono una mamma di gemelle e trovo il tuo blog veramente interessante. Soprattutto questo post mi è piaciuto molto, senza nulla togliere ad altri naturalmente!
    A presto!

    RispondiElimina
  7. Ciao , sono nuova qui da te , come iscrizione , ma ti seguo da molto . Mi piace qui , e tornerò spesso. Un abbraccio,

    RispondiElimina
  8. Ciao Strega Northia! Hai ricevuto un premio, se ti va passa dal mio blog a ritirarlo! Baci ^_^

    RispondiElimina
  9. uau ma che bella idea non ci avevo mai pensato!!
    Ste

    RispondiElimina
  10. Ciao! Ti ho trovata grazie ad Alex (C'è crisi c'è crisi) e ti seguo volentieri!
    Nel periodo invernale io faccio sempre la "pelle di cachi", frullando i cachi sbucciati con un goccio di limone, stendo su carta forno e via di essiccatore autocostruito! Diventanmo delle "caramelle" naturali e consumo un po' di cachi che altrimenti maturano tutti insieme!!
    Giusto i miei 2 cents ;)
    MammaNene @ SergerPepper.com

    RispondiElimina